CAI-Prato parco delle Cascine di Tavola

Allegati

martedì 16 gennaio 2018

Categoria:CAI

Sei interessato a questa iniziativa? Cosa aspetti
Richiedi informazioni

PRATO - PARCO DELLE CASCINE DI TAVOLA

martedì 16 gennaio 2018

• Mezzo di trasporto: Mezzi propri. Partenza ore 9:00 da Caricentro Via Generale Dalla Chiesa 13, Firenze

(ritrovo ore 8:45) – oppure al parcheggio di inizio percorso, Via Traversa il Crocifisso, Tavola -Prato

partenza ore 10:00 (ritrovo ore 9:45)

• Pranzo: in ristorante non ancora scelto (facoltativo – indicare eventuale rinuncia)

• Difficoltà T, dislivello 0, km 7

• Tempo di percorrenza: h 2 (escluso soste)

• Direttori di escursione: Luigi Pisanelli (338 4198056) Giampaolo Arnetoli (338 5280187)

• Quota di partecipazione: € 4,00 diritti di segreteria + € 9,00 per assicurazione non soci da regolare sul

posto.

Da Caricentro si parte col numero minimo di macchine con spese suddivise € 5,00.

• Iscrizione: mediante il modulo allegato entro venerdì 12 gennaio presso la Segreteria de Il Circolo

(fax 055/691260, o e-mail cari2000@caricentro.it o catia@caricentro.it)

• Info: Cell dei direttori di escursione oppure mail a tozzi.fr@gmail.com

Il parco si trova alla periferia del Comune di Prato, in direzione Poggio a Caiano, l’intero complesso faceva infatti parte della tenuta agricola della Villa Medicea.

L’origine delle cascine è legata alla personalità di Lorenzo Il Magnifico, al quale era stato donato il terreno nel 1470.La zona era in origine paludosa e soggetta a inondazioni, perciò si decise di bonificare e creare un argine per il torrente Ombrone, oltre a realizzare una rete di canali per drenare le acque tra il 1477-1479. Così in quest’area si iniziarono ad allevare animali di ogni tipo (conigli, daini, uccelli esotici, api, bachi da seta, mucche, pecore, maiali), a coltivare orti e frutteti e a produrre il formaggio nella Fattoria o Cascina di enormi proporzioni, che da sola riusciva a soddisfare il fabbisogno dell’intera città di Firenze.

Le Cascine raggiunsero la massima espansione territoriale nel corso del Seicento, quando iniziarono ad essere costruite alcune abitazioni coloniali, e si conseguirono alti livelli di specializzazione nelle coltivazioni e nelle infrastrutture agricole. Questo luogo è stato oggetto di numerose e lunghe controversie legali, determinandone di fatto una mancata manutenzione e un peggioramento del suo stato. Lo Stato ha infine confiscato la Fattoria Medicea e la speranza è che presto possa essere recuperata.

Il percorso inizia dal parcheggio, in Via Traversa il Crocifisso – Prato, non presenta nessuna difficoltà, di fatto è una piacevole passeggiata sulle strade e i sentieri del parco.


Richiedi informazioni