VIA ROMEA VIA SANESE – TAPPA 1

Allegati

giovedì 23 novembre 2017

Categoria:CAI

Sei interessato a questa iniziativa? Cosa aspetti
Richiedi informazioni

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Mezzo di trasporto: Bus ATAF. Partenza ore 9:30 da Piazza Giuseppe Poggi (Porta S. Niccolò) Firenze (ritrovo ore 9:15) - Rientro ore 17:30 circa

Pranzo: presso il Circolo Ricreativo di Pozzolatico. € 20 da pagare in loco, vedi menù nel modulo iscr.

Difficoltà e dislivelli: E - ↗346m ↘322m - km 10,8

Tempo di percorrenza: h 4,10 (escluso soste)

Direttori di escursione: Luigi Pisanelli (3384198056) Franco Tozzi (3347309920)

Quota di partecipazione: €4 diritti di segreteria + €8 per assicurazione non soci da regolare sul posto.

Per i biglietti ATAF ognuno provvederà in maniera autonoma

Iscrizione: mediante il modulo allegato entro venerdì 17 novembre presso la Segreteria de Il Circolo

(fax 055/691260, o e-mail cari2000@caricentro.it o catia@caricentro.it)

Info: Cell dei direttori di escursione oppure mail a tozzi.fr@gmail.com

La via Romea è l’antico cammino che i pellegrini nel Medioevo affrontavano per raggiungere Siena e da qui imboccare la via Francigena verso Roma. Il tratto da Bologna a Firenze si chiama “Via degli Dei”. Noi, dopo aver camminato sul “Percorso Urbano di Firenze”, proseguiremo il cammino sulla “Via Sanese” cioè quel tratto della Via Romea che in varie tappe porta da Firenze a Siena. Con questa escursione percorreremo solo una parte della prima tappa, per motivi pratici non arriveremo fino a Sant’Andrea in Percussina, ci fermeremo a Tavarnuzze, ma con l’obbiettivo di arrivare prima o poi fino a Siena.

La tappa si svolge quasi interamente su stradine secondarie asfaltate con scarso traffico. Ci sono pochi tratti pianeggianti, è un continuo sali-scendi con il tratto più impegnativo (ma non troppo) all’inizio fino a Pian dei Giullari con un dislivello in salita di circa 125 m.

Il paesaggio che potremo ammirare è quello classico di Firenze e delle sue colline, con ville chiese vigneti e uliveti, paesaggio che tutti gli stranieri ci invidiano e che non ha certo bisogno di essere descritto nei particolari. Si parte a piedi da porta San Niccolò, si passa da Porta San Miniato, si arriva a Tavarnuzze e si torna alla stazione S.M.N. col bus ATAF n.37

Per arrivare a porta San Niccolò non è consigliabile un’auto propria, parcheggio difficile e caro (dopo la prima ora 3,00 € l’ora), si può utilizzare il bus ATAF n. 23 che però non transita dalla stazione S.M.N. Per il pranzo ci fermeremo al Circolo Ricreativo di Pozzolatico, già sperimentato in altre occasioni, ottimo posto per il rapporto qualità/prezzo.

Si ricorda che i Direttori di Escursione (secondo la normativa C.A.I.) dove diversamente indicato, sono dei partecipanti a tutti gli effetti e non godono di alcun particolare beneficio, se non l’esenzione della quota “diritti di segreteria” se la manifestazione si effettua con mezzi propri o pubblici.

Poiché ogni partecipante alle nostre manifestazioni deve essere a conoscenza delle caratteristiche dell’escursione e delle regole alle quali deve sottostare ed essere in grado di affrontare autonomamente le difficoltà della medesima, raccomandiamo che il

Socio destinatario di questa circolare la porti a conoscenza dei familiari o altri soggetti che per Suo tramite intendono iscriversi, rimanendo il medesimo responsabile dell’informazione verso coloro che lui iscrive.

Per ovvie ragioni di sicurezza non sono ammessi i nostri amici cani, anche se la manifestazione si svolge con mezzi propri.

Ogni partecipante, per il solo fatto di dare la propria adesione, dichiara di accettare incondizionatamente quanto sopra esposto.

Parimenti, la Sottosezione, e per essa i Direttori di Escursione, si riserva di variare qualora ne ravvisasse l’opportunità per la migliore riuscita della manifestazione, in tutto o in parte, i programmi sopra dettagliati.

Le decisioni del Direttore di Escursione sono valide per tutti.

Si fa presente che chi si allontana dal gruppo NON è più coperto dall’assicurazione.

ATTENZIONE I partecipanti dovranno essere adeguatamente equipaggiati e, in particolare, dovranno calzare scarpe comode.

Per quanto esposto la Sottosezione C.A.I., e per essa i Direttori di Escursione, declina ogni e qualsiasi responsabilità per eventuali danni a cose e persone, che potessero verificarsi durante lo svolgimento della manifestazione.


Richiedi informazioni